scontispaziali4
scontispaziali3

cropped-cropped-logo-partito-sito

facebook

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI:

info@nuovaumbria.it

 

Giornale del Partito Comunista Italiano dell'Umbria e dell'Associazione 21 Gennaio

.


facebook

Le ultime dal Blog

 @ All Right Reserved 2021

Il PD c'è o ci fa?

25/08/2021 20:49

Leonardo Caponi

Politica,

Il PD c'è o ci fa?

Una, come sempre informata, analisi di Alberto Giovagnoni alias Amici di Ciuenali, e un duro attacco di Giacomo Leonelli a Tommaso Bori (una lite...in

 

Una, come sempre informata, analisi di Alberto Giovagnoni alias Amici di Ciuenali, e un duro attacco di Giacomo Leonelli a Tommaso Bori (una lite...in famiglia ehh!), mi offrono oggi lo spaccato di quel che si muove nella politica (troppo generoso a chiamarla così) umbra in vista delle prossime comunali. La cosa essenziale di cui ho conferma è che il Pd, anche in Umbria, punta tutto (è questo di cui lo accusa Leonelli) sull'alleanza col M5S. Io sono pronto a scommettere che i 5S non porteranno, come voto medio di lista (insisto voto di lista) più dell'8/9%, se ci arrivano. Lo stesso sarà a livello nazionale dove al netto, cosa certo non secondaria, dei nomi dei candidati a sindaco, la destra mi pare avviata ad una netta prevalenza. Lo stesso accadrà alle prossime elezioni politiche dove, nonostante le conversioni centriste e liberali di Conte (adesso tutti puntano ad attingere in quel catino, a partire dal Pd) e dei voti di potere (su cui hanno dimostrato una straordinariamente rapida versatilità) i 5S scenderanno verso il 10%., forse sotto, al netto anche qui della inspiegabile popolarità del loro leader (chissà se dura per altri due anni) la quale però, in buona parte, pesca sullo stesso bacino elettorale del Pd. In conclusione a me pare evidente che questa alleanza col M5S è il cappio di canapa al quale il Pd ha deciso di impiccarsi. Faccia pure...L'altra cosa che balza agli occhi è la assoluta frammentazione, confusione, ingovernabilità di una politica nella quale, nel Pd e nel cosidetto centro sinistra più che nella destra, ogni funzione di appartenenza politico ideale è scomparsa, per lasciare posto a guerre fragorose o sorde tra candidati, gruppi di potere, comitati elettorali, ambizioni sfrenate, localismi esasperati, priva di linee di demarcazione tra destra e sinistra. C'è una sinistra minima in Umbria che candiderà Luigino Ciotti ad Assisi, Simone Cumbo a Città di Castello e, speriamo, altri compagni e compagne in altri comuni. Prenderemo l'1 per cento? Non fa niente, ci sono fasi in cui anche la testimonianza è utile.

dose-juice-stpy-oea3h0-unsplash.jpeg

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità e gli ultimi articoli del Blog

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder