scontispaziali4
scontispaziali3

cropped-cropped-logo-partito-sito

facebook

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI:

info@nuovaumbria.it

 

Giornale del Partito Comunista Italiano dell'Umbria e dell'Associazione 21 Gennaio

.


facebook

Le ultime dal Blog

 @ All Right Reserved 2021

CUBA SITUAZIONE DIFFICILE

27/10/2021 21:44

Leonardo Caponi

Politica internazionale,

CUBA SITUAZIONE DIFFICILE

Cuba si sta liberando del virus, ma non dell'embargo americano. Il Paese è uno di quelli che ha la più alta percentuale di vaccinati al mondo ...

Cuba si sta liberando del virus, ma non dell'embargo americano. Il Paese è uno di quelli che ha la più alta percentuale di vaccinati al mondo (o la più alta, insieme ai vaccini in proprio un vero miracolo). Sta riprendendo la vita normale, stanno riaprendo esercizi pubblici al chiuso, cinema, teatri e anche per i più grandi alberghi turistici è imminente la ripresa della attività che sarà alimentata per lo più dai soliti, per ora, viaggiatori canadesi e russi. Cuba ha bisogno di introiti finanziari come un anemico grave ha bisogno del sangue. Il barometro sul fronte pandemia volge insomma al bel tempo. Infuria invece la tempesta dell'aumento dei prezzi che ha assunto proporzioni allarmanti. Mi diceva Gioia (Minuti), ieri al telefono, che il prezzo di un kilo di pomodori al mercato del Vedado vicino a casa sua (che conosco bene), è arrivato a 150 pesos. Rapportati a uno stipendio medio dei cubani di 1600 pesos mese, è un problema drammatico. Quanto ai tipi di generi che si possono trovare, nei mercati "ricchi", cioè quelli dove si può acquistare in euro e valuta pregiata (il dollaro non è più accettato a Cuba), si trova praticamente di tutto. Così come, immagino, si potrà trovare di tutto al mercato nero. Non mi stanco di ripetere che il mercato nero come certe quote di prostituzione e di corruzione, non sono il prodotto del fallimento del socialismo, ma, come accade in tutti i conflitti in ogni parte del mondo, dell'assedio americano. Bisogna aiutare Cuba per impedire che l'inflazione possa, anche limitatamente, prendere una deriva venezuelana, che è proprio l'obiettivo che si propone l'Amministrazione americana per stroncare il Paese e avere campo libero per un "intervento umanitario" che preparerà un'invasione. Da quando è alla Casa Bianca il democratico, umanista ed ecologista Biden, idolo dei nostri democrat, ha assunto altre 47 nuove misure di blocco diretto e di rappresaglia verso chi commercia o ha rapporti con Cuba. Gli unici che, per fortuna, se ne fregano sono i russi, i cinesi e i vietnamiti che hanno continuato a mandare anche quest'anno e anche recentemente navi di riso gratis all'isola, facendogli fare, praticamente, il giro del mondo. Mi ha molto colpito e lo riferisco, come dire, per completezza dell'informazione, il tono aggressivo e di odio infinito col quale faceva il nome di Biden, Gioia che è, per chi la conosce, una donna forte, ma mite e tranquilla. A me fa lo stesso effetto e, essendo annunciata per Novembre la marcia dei "dissidenti" io fossi nei compagni cubani convocherei alla stessa ora i comunisti e il popolo cubano a manifestare o, comunque, non glie la farei fare perché quella non è democrazia ma un gioco sporco e una lotta impari tra la più grande potenza del mondo e la piccola Cuba. Io comunque mi fido di Diaz Canel e dei compagni cubani e qualunque cosa facciano, noi siamo con loro.

dose-juice-stpy-oea3h0-unsplash.jpeg

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità e gli ultimi articoli del Blog

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder