scontispaziali4
scontispaziali3

cropped-cropped-logo-partito-sito

facebook

PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTACI:

info@nuovaumbria.it

 

Giornale del Partito Comunista Italiano dell'Umbria e dell'Associazione 21 Gennaio

.


facebook

Le ultime dal Blog

 @ All Right Reserved 2021

31 08 2021

01/09/2021 22:30

Fabio Sebastiani

Politica internazionale,

31 08 2021

Ieri sera al Pci di Gubbio abbiamo parlato di Afghanistan, avrenno voluto fare in pubblica piazza, ma visto il maltempo siamo rientrati in sezione. Qu

 

 

Ieri sera al Pci di Gubbio abbiamo parlato di Afghanistan, avrenno voluto fare in pubblica piazza, ma visto il maltempo siamo rientrati in sezione. Qui compagni e compagne hanno discusso della brutta pagina di politica internazionale e lo hanno fatto alla presenza di un nostro compagno Afghano , il compagno Zaker. Grazie alla sua presenza ci siamo interessati nell'aprire un canale informativo e già oggi ho potuto scrivermi con il ragazzo afghano che si trova a Kabul, questo di seguito è il primo pezzo del nostro corrispondente che racconta la vita in atto come una nuova Anna Frank, la traduzione è a cura del compagno Erick

 

 

Della Talebanizzazione dell' Aghanistan

Quello che i Talebani fanno vedere al mondo non è in pratica tutto quello che fanno. Recitano di agire cioè a seconda di quello che vogliono far credere agli altri invece lontano dai Media e dagli occhi del pubblico picchiano come è successo a molti miei amici solo per il loro modo di vestire e per la musica che ascoltano o producono.

Tutti sono spaventati dai Talebani , specialmente le generazioni nate nell'ultimo ventennio quelli che lavorano nella difesa dei diritti umanitari (le Organizzazioni internazionali) le Organizzazioni non governative e i membri del precedente governo.orientatisssimi a scappare via dallAfghanistan. Alcuni di loro sono scomparsi . Si teme per la loro vita e si sospetta che ci siano di mezzo i Talebani nella loro scomparsa.

 

E' la fuga l'unica possibilità?

C'è un percorso buono per tutti da seguire?

La fuga non è la strada per tutti. È la via consigliata per coloro che sono a rischio; lavoratori stranieri o lavoratori Afghani di compagnie straniere , lavoratori per il governo precedente . Non ci sono garanzie per le loro vite.

Altri come le persone formate nel campo della libertà di espressione , i difensori dei diritti umani gli artisti non avranno più la possibilità di trovare un lavoro di nuovo in quel settore.

Comunque, tutti soffrono sia economicamente che psicologicamente perchè la disoccupazione e la povertà sono aumentate portando le persone a scappare da questi luoghi fino a che non torni una pseudo normalità.

La chiusura delle banche o la ristrettezza dei servizi che ancora possono fare, la mancanza degli scambi di valute , la mancanza di scuola per i bambini dovuta alla povertà ingenerano paura per il futuro così spingono le persone ad emigrare. E sopratutto il timore per un' altra guerra futura un'altra ragione per fuggire.

 

 

dose-juice-stpy-oea3h0-unsplash.jpeg

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità e gli ultimi articoli del Blog

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder